Perchè Mazaröcc



MAZARÖCC: il termine Mazaröcc si perde nei tempi, ed ha un duplice significato.

Quello più comune è di una persona testarda, un “testone”, insomma, e deriva dall’unione delle parole “mazza” e “Rocc”, prese dal mestiere dei “Picasass”, ovvero duro come la mazza che spacca la roccia.

Il più lontano nella traduzione dal dialetto Ossolano, quella a cui io mi sono ispirato, è “ammazza Rocco”, dove il povero Rocco è “l’invasore”, il “milite del Regno d’Italia”, il “mafioso” proveniente da lontano e che cerca spazio nella vita sociale locale, con metodi non conformi alla società di quei tempi.

E’ un personaggio che vive al limite della legalità. Non è cattivo, agisce secondo regole sue, che sono il rispetto della parola data, degli anziani, dei bambini.

Certo non è il marito ideale per una figlia devota....un pò mascalzone, innamorato dei propri luoghi d’origine, del territorio, ridanciano, galante per indole (il rispetto per le donne è assoluto!) e donnaiolo (perchè in fondo in fondo ad alcune donne piacciono gli uomini così..), solitario, ma soprattutto LIBERO, senza catene, intellettuali e/o politiche.

Insomma, un personaggio d’altri tempi.

Mai si sarebbe sognato, neppure lontanamente, di spacciare droga, ai ragazzini poi...piuttosto è uno che agli spacciatori non lesina una manica di botte....nè un’alzata di peso a ragazzini maleducati o irrispettosi.

La società è cambiata, ma i Mazaröcc continuano ad esistere, non solo più uomini, ma anche tante donne ora si possono identificare in un “Mazaröcc” ...

Questa ballata, scanzonata, è un inno alla libertà, all’indipendenza culturale, alla sincerità, ma anche al coraggio di saper seguire regole comportamentali che sembrano, in questi tempi, desuete se non addirittura scomparse.

Copyright © Mazaröcc
2012-2017